Furti in azienda da parte dei dipendenti

Con il termine “perdita sconosciuta” ci si riferisce alla differenza tra le scorte teoriche di magazzino e le scorte effettive di un’azienda. In altre parole, le perdite individuate a magazzino a seguito di furti interni da parte di dipendenti , lavoratori e collaboratori dell’azienda. Si stima che queste perdite ammontino a un totale di 275 milioni di euro all’anno .

Secondo la normativa vigente, quando un lavoratore con intenzioni furtive si appropria di beni personali altrui, è sanzionabile mediante il licenziamento disciplinare per furto.

Si ritiene che il lavoratore abbia commesso intenzionalmente un reato grave sul luogo di lavoro, il quale ha di conseguenza un impatto negativo sull’azienda. Si aggiunga che il dipendente che pone in essere tali condotte rischia non solo il giusto licenziamento, ma anche il reato di furto, appropriazione indebita o ricettazione.

Il problema dei furti interni all’azienda

Secondo il rapporto “Retail Security in Europe“, le perdite economiche in Italia degli esercizi commerciali nel 2021 sono state di 4.500 milioni di euro. A livello globale, il nostro paese è al 4° posto tra quelli che soffrono di più per le perdite sconosciute. In particolare, le attività che subiscono maggiormente questo tipo di furti in Italia sono i grandi magazzini. L’origine di queste perdite risiede per l’11,25% in frodi interne o comunque furti da parte dei dipendenti.

Come indagare su furti o furti interni da parte dei dipendenti dell’azienda?

L’ ingaggio di esperti in investigazioni private da parte delle aziende è uno dei metodi più efficaci per indagare su furti o frodi interne. Per indagare su possibili furti sul luogo di lavoro da parte di dipendenti infedeli, è necessario disporre di un buon inventario dei prodotti disponibili per poter calcolare le perdite.

Allo stesso modo, è importante avere un adeguato sistema di telecamere, senza superare i limiti previsti dalla legge, anche con telecamere nascoste .

Pertanto, l’ingaggio di investigatori privati ​​da parte del datore di lavoro per svolgere attività di sorveglianza e controllo sui propri lavoratori è riconosciuta dalla legge.

Ambulatori.it

Ambulatori.it

Collaboriamo con i migliori professionisti e strutture ambulatorie e di diagnostica, con lo scopo di fornire ai pazienti prestazioni assicurate e tempi brevi di attesa. Prevenzione, diagnosi, cure e riabilitazione sono i servizi sanitari da noi garantiti, al fine di migliorare il livello di tutela della salute.

Produttore di wine bag

Produttore di wine bag

Fondata nel 1990 da un’idea di Mario Mariani, Diemme Srl è un’azienda specializzata nella produzione e commercializzazione di borse in carta, plastica e bio-compostabili. Forte dell’esperienza cinquantennale maturata nel settore delle shopping bag e del packaging, la famiglia Mariani dà vita ad una realtà imprenditoriale solida e dinamica, che nel corso degli anni è cresciuta fino a diventare leader nel settore. Lo stabilimento ed il magazzino di Diemme Srl sorgono a Sovico, in provincia di Monza e Brianza. Diemme Srl ha sempre fatto di qualità ed innovazione i suoi punti di forza. Da una parte, l’ampia gamma di prodotti, tutti realizzati con materiali selezionati tra i migliori a disposizione sul mercato, hanno fatto conoscere l’azienda tra gli addetti ai lavori come un’impresa affidabile ed in grado di offre proposte di primo livello, dall’altra, l’impegno nella ricerca di nuove tecniche produttive, tecnologie e sistemi di personalizzazione ha consacrato Diemme Srl come l’azienda per eccellenza a cui rivolgersi quando si è alla ricerca di prodotti particolari, attraverso cui differenziare il proprio brand da quello dei competitor.

Le moderne tastiere a membrana

Oggi sono numerosi gli utenti che preferiscono passare alle moderne tastiere a membrana per il proprio PC. Se non le conosci ancora, le tastiere a membrana sono dei dispositivi altamente efficaci ed in grado di garantire un’esperienza di lavoro perfetta.

Esse sono caratterizzate dal fatto di essere realizzate con più strati di materiale, che vengono saldati tra loro e che consentono in questa maniera di avere un unico blocco assolutamente solido e resistente, ma soprattutto inattaccabile.

Nelle tastiere a membrana infatti, non c’è spazio tra un tasto e l’altro: questo di fatto impedisce alla polvere di potersi insinuare tra i tasti e dunque andare a creare dello sporco che a lungo andare può influire negativamente sul funzionamento della tastiera.

Al contrario, né la polvere né lo sporco possono entrare all’interno della tastiera, e questo è un vantaggio veramente non indifferente perché garantisce grande durata nel tempo.

Quello che solitamente succede infatti, è che a causa dello sporco o di eventuale acqua caduta accidentalmente sulla tastiera, il dispositivo smetta di funzionare o cominci a presentare dei malfunzionamenti.

Ecco dunque i motivi per i quali tantissimi utenti hanno deciso di passare alle tastiere a membrana sia per il computer di casa che eventualmente quello sul luogo di lavoro.

La pressione dei tasti viene registrata già al minimo sfioramento e questo è un ulteriore vantaggio per chi le utilizza. Proprio quello della sensibilità è infatti un fattore che sta particolarmente caro a quanti lavorano diverse ore al giorno con le tastiere, ed i moderni modelli di tastiere a membrana sono ideali anche per risolvere questo tipo di esigenza.

Perché non vinco mai alle scommesse sportive?

Una domanda che spesso si pongono tante delle persone che amano effettuare delle scommesse sportive sugli eventi preferiti, è proprio quella relativa alle scarse giocate vincenti. Nella stragrande maggioranza dei casi infatti, l’esito di una scommessa sportiva è perdente, e ciò significa che è sempre il banco a vincere e dunque i bookmakers ad avere la meglio sui giocatori. Perché questo avviene e le percentuali non sono invece più equilibrate come apparentemente dovrebbe essere?

Diciamo innanzitutto che i bookmakers non sono degli enti di beneficenza ma al contrario studiano le quote da proporre agli utenti in maniera tale da riuscire a guadagnare il più possibile, chiaramente a discapito degli scommettitori.

Per far ciò essi propongono delle quote che sono svantaggiose dal punto di matematico in quanto riflettono una bassa probabilità rispetto a quelle che sono le reali possibilità dell’evento stesso. In questa maniera le piattaforme riescono a ricavare un margine che è più cospicuo e dunque in qualche maniera rendono il gioco poco equo.

Tra l’altro hanno a disposizione anche i bonus i quali sono un altro strumento in grado di influenzare le decisioni degli scommettitori e che chiaramente vengono usati in maniera mirata da indurre il giocatore a puntare su un risultato che ha poche possibilità di avvenire.

Inoltre, bisogna considerare che molto spesso i giocatori non piazzano una scommessa basandosi sull’analisi dei dati o su una precisa strategia, ma semplicemente si affidano sulle sensazioni del momento ed in base a queste decidono di effettuare la propria scommessa.

Il più delle volte questo approccio è perdente proprio perché non è né analitico né studiato a tavolino ma semplicemente una decisione presa sul momento senza che vi sia dietro alcuna razionalità. Al contrario invece, per riuscire a vincere alle scommesse sportive è necessario avere un approccio più analitico e disporre di tutti gli strumenti che puoi trovare su Professional Bettor Lab, la piattaforma di professionalbettor.net che ti consente di poter usufruire di tutta una serie di risorse utili a rendere la tua strategia sempre più efficace e vincente.